Perché traduci? Perché hai scelto di tradurre il tuo sito web, il tuo blog o la newsletter? Questa è la domanda fondamentale che devi porti quando ti appresti a tradurre uno qualsiasi dei testi online e offline che hai disposizione per la tua attività. 

In questo post capiremo insieme come rispondere a questa domanda e come avrai intuito dal titolo dell’articolo, partiremo dalla definizione dei tuoi obiettivi

Quali sono i tuoi obiettivi? 

Ti sarai probabilmente posto questa domanda moltissime volte da quando hai avviato la tua attività, ma quello che forse non hai mai fatto è domandarti quali fossero i tuoi obiettivi prima di avviare la traduzione dei tuoi testi. Tradurre senza avere chiaro l’obiettivo per cui lo fai è come guidare senza una destinazione: la macchina è pronta, hai fatto il pieno, ma non sai qual è la destinazione del tuo viaggio. 

Come capirlo quindi? Definendo degli obiettivi che siano specifici, misurabili, raggiungibili, realistici e che abbiano una data di realizzazione ben precisa

Un obiettivo specifico indica con trasparenza e chiarezza il risultato che intendi ottenere, evitando qualsiasi forma di generalizzazione. Se vuoi lanciare un nuovo prodotto sul mercato, dovrai specificare esattamente quale nuova creazione vuoi lanciare e su quale mercato target. Poniamo che tu voglia lanciare una nuova linea di orologi sul mercato inglese. La specificità sta sicuramente nel definire la tipologia di prodotti, in questo caso gli orologi, ma allo stesso tempo è essenziale capire cosa intendi per mercato inglese. Inglese britannico? Americano? Rispondere a questa domanda in modo specifico ti aiuterà poi a definire in quale inglese tradurre i tuoi testi. 

Nello stesso esempio, l’obiettivo diventa misurabile se inseriamo il numero di orologi che la linea contiene, dicendo ad esempio di voler lanciare una nuova linea che includa una collezione di 10 orologi (qui la misurabilità) sul mercato britannico. Non dimentichiamo che la misurabilità di cui si parla deve essere oggettiva, oggettivamente riconoscibile da qualsiasi persona che leggerà i tuoi obiettivi.

Un obiettivo per essere efficace deve poi essere raggiungibile e realistico, o come mi piace dire, ambizioso al punto giusto. Che cosa intendo per ambizioso al punto giusto? Devi avere chiaro come raggiungerai questo obiettivo e devi formularlo in modo realistico, a partire cioè dalla realtà oggettiva della tua attività. Non puoi riproporti  ad esempio di produrre 1000 orologi all’anno se la tua capacità massima annuale di produzione è di 600 orologi e non hai i fondi necessari per sostenere questa nuova impresa. 

Last but not least, i tuoi obiettivi devono avere una data di realizzazione, una deadline, ben definita. Evita frasi come “lo farò appena possibile” o “lo farò quando ho tempo” che ti porteranno solo a procrastinare e ti saranno di ostacolo nella realizzazione dei tuoi obiettivi. Usa piuttosto dei riferimenti temporali precisi entro cui realizzare i tuoi obiettivi.

Per concludere, in breve: 

  1. Definisci i tuoi obiettivi prima di tradurre. Tradurre i tuoi testi senza degli obiettivi ben definiti sarà come guidare senza una destinazione.
  2. I tuoi obiettivi devono essere specifici, misurabili, raggiungibili, realistici e avere una data di realizzazione ben definita.
  3. Elaborando i tuoi obiettivi in questo modo riuscirai a capire qual è il tuo pubblico di riferimento e l’inglese in cui tradurre con più facilità.

Bene, ora che hai capito come definire i tuoi obiettivi, sei pronto a fare il prossimo passo per la traduzione dei tuoi testi: la definizione del tuo pubblico di riferimento, il cosiddetto target. Non preoccuparti, ne parleremo insieme nel prossimo post del nostro blog.

Nel frattempo puoi scaricarti l’articolo in formato pdf cliccando sul link qui sotto o se hai domande o dubbi, non esitare a contattarmi, sono qui per te!

Until we meet again,

Maria Francesca 

Posta un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *